Una cucina funzionale in una piccola stanza quadrata.

Il progetto per la cucina di Francesca e Stefano, una piccola stanza quadrata di 4 mq perfetta però per chi ama cucinare vista l’attenzione alla funzionalità.

Quando Francesca e Stefano mi hanno contattata per sistemare cucina e bagno del loro appartamento inizialmente ho avuto un piccolo attacco di ansia: la cucina era molto piccola, con una parete finestrata, una nicchia con uno scaldabagno e una porta in posizione infelice.

Subito dopo, però, ho capito che risolto il nodo cruciale della stessa, che era lo scaldabagno, avremmo ottenuto un risultato più che soddisfacente e così è stato.

cucina vecchia
Cucina, situazione iniziale
La cucina di Francesca e Stefano: prima.

Inizialmente la cucina si sviluppava su due pareti e lo scaldabagno era esterno ai mobili, i mobili portavano con loro il peso degli anni, ma soprattutto non trovavo funzionale la composizione.

Nella soluzione da me proposta ho previsto una colonna smontabile su misura che contiene lo scaldabagno in modo da nasconderlo alla vista e riuscire a sviluppare la cucina ad U inserendo anche la colonna frigo.

Per fare questo ho dovuto prevedere lo spostamento della porta rendendola scorrevole per evitare l’ingombro dell’apertura.

Il progetto della cucina nuova di Francesca e Stefano.

In poco più di 4 mq abbiamo inserito:

  • lavastoviglie 14 coperti
  • forno maxi
  • frigorifero combinato
  • microonde
  • piano cottura ad induzione
  • cappa aspirante

Con la colonna per lo scaldabagno completa di ripiani abbiamo aumentato anche la capienza, anch’essa condizione utile ai due giovani sposi.

Il progetto per la cucina nuova di Francesca e Stefano. Anche se piccola in termini di metri quadri completa di tutte le comodità di una cucina moderna

Questi sposi sono stati accontentati, e voi? avete una cucina piccola che ritenete poco funzionale e volete un consiglio su come arredarla? Contattatemi, sarò felice di rispondervi.

Foto della cucina realizzata.

Intanto se vi servono idee seguite la nostra pagina FACEBOOK.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *