Top da cucina: pietre tecniche.

Molto simili al materiale originario, ovvero quarzo, marmo e granito ma hanno proprietà tecniche superiori.

Continua l’approfondimento sui top da cucina e dopo aver parlato dei top in acciaio e quelli ceramici oggi prendiamo in considerazione le engineering stone.

Le pietre tecniche sono una famiglia di materiali con caratteristiche visive simili alle pietre naturali ma con performance tecniche migliorate, che correggono quei difetti del materiale naturale che ne scoraggiano l’uso in ambienti in cui possono essere soggetti a macchie o umidità come la cucina.

arena
Top pietra quarzo ditta Ilexa

L’utente medio è spesso in difficoltà visti i numerosi nomi con cui vengono commercializzate, il motivo è da ricondurre al fatto che queste formule spesso sono brevettate e quindi, anche se con piccole differenze, vengono nominati in modi diversi. Alcuni tra i più famosi:

Tecnicamente questi materiali si ottengono frantumando pietre o granito e legando questi frammenti con resine in percentuale che cambia da top a top.

Serie Prisma per Okite
Serie Prisma per Okite

In base al prodotto che si vuole ottenere si possono aggiungere anche pigmenti, additivi, polimeri o altre sostanze antibatteriche.

Tutti questi prodotti vengono miscelati e compattati tramite un processo di vibrocompattazione sottovuoto che ottiene la forma mediante una cassaforma.

Offrono tutti i vantaggi della pietra naturale ma con in più una forte resistenza agli acidi e all’abrasione.

imperial
Color Bianco Imperial è il top di Quarzform

Bisogna altresì dire che presentano anche alcuni limiti, come il peso che per gli alti spessori non è un fattore trascurabile e la movimentazione difficoltosa, inoltre, essendo prodotto in lastre con misure standard hanno delle misure massime da non superare (solitamente i 360 x 65 per le lastre standard che poi può diventare più profondo fino a 120) se non si vogliono giunte antiestetiche.

chrome
Granuli di acciaio in questo particolare top Chrome della Silestone

E’ possibile avere il lavello integrato ma il fondo della vasca è consigliabile inserirla comunque in acciaio.

Sono molto facili da pulire e non necessitano particolari attenzioni se non quelle legate alla fragilità del materiale.

Spero abbiate trovato interessante questo approfondimento e che passiate a flaggare un like sulla mia pagina FB.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *