Tapparello, un tappeto dal design tutto italiano

Il primo articolo dell’anno lo dedico ad un prodotto che mi piace molto e che racchiude in sé tutta la passione e cura che solo il design made in Italy ha, il tappeto Tapparello.

Si tratta di un tappeto autoprodotto realizzato a mano intrecciando un unico cintino per tapparelle, della lunghezza di centinaia di metri, che va a formare sia la trama che l’ordito della maglia finale. Ogni esemplare è unico e viene realizzato su ordinazione nelle dimensioni e proporzioni desiderate.

dettaglio di Tapparello arrotolato
dettaglio di Tapparello arrotolato

Esso ben si integra sia in ambienti moderni e minimali che in ambienti più classici e tradizionali. La misura più richiesta è 180 x 120 cm e presenta un lato color corda e il lato opposto grigio, ma può essere realizzato anche in tante altre cromie.
È indistruttibile ed è lavabile anche in lavatrice.

avanti e dietro del tappeto
avanti e dietro del tappeto

Ho avuto il piacere di conoscere i designer che sono la mente e la mano di questo complemento Cristina De Agostini e Federico Pezzini, che hanno anche curato il mio sito e li intervisto per voi:

Come è nata l’idea di Tapparello?
Tapparello è nato quasi per caso. Ci piace partecipare a fiere ed eventi legati al nostro lavoro e alle nostre passioni: girando per una fiera a Milano abbiamo notato un’azienda produttrice di corde, funi e cintini. Lì è scoccata la scintilla: ci siamo accorti di quanto fosse affascinante e di quale potenziale fosse nascosto in questo materiale e abbiamo cominciato a pensare per cosa avremmo potuto impiegarlo. Giocando con qualche tratto di cintino abbiamo provato a intrecciarlo e voilà, il più era fatto!

Quali sono le principali fasi di produzione del tappeto?
Tapparello è un intreccio regolare di trama e ordito in cui viene impiegato un cintino unico (richiesto su misura) oppure una serie di bobine da 50 metri che provvediamo a cucire alle estremità per arrivare alla lunghezza desiderata.
Il procedimento comincia stendendo il cintino, impostandolo sulla lunghezza di tappeto desiderata e bloccandolo su un apposito tavolo per creare la trama (1).
Una volta raggiunta la larghezza desiderata si ripiega il cintino in un angolo e si comincia a intrecciare l’ordito (2), rifinendo al meglio ogni piega sui bordi (3).
Una volta ultimato anche l’ordito si procede aggiustando anche i bordi della trama, tirando nuovamente la parte di cintino che la compone (4).
Infine si cuciono tra loro le due estremità del cintino e il gioco è fatto!

fasi produttive di tapparello
fasi produttive di tapparello

Quante ore sono necessarie per produrre un tappeto?
Tessendo in coppia e mettendoci la massima accuratezza possibile, sono necessarie almeno 15 ore di lavoro per intrecciare un cintino della lunghezza di circa 220 metri e realizzare un tappeto che misura 180 x 120 cm.

tappeto confezionato
tappeto confezionato

Dammi tre motivi per comprare tapparello.
Innanzitutto, perché è un tappeto Cat-friendly: se siete stanchi di rifoderare divani, buttare tappeti, cambiare cuscini e materassi perché il vostro gatto prova un certo gusto nel farcisi le unghie, Tapparello può essere la soluzione! Da anni la nostra gatta Trilli lo ha adottato come oasi felice su cui sfogare la sua voglia di farsi la manicure, e il tappeto è ancora come nuovo!
Secondariamente perché ogni tappeto è un pezzo unico (anche se realizzato con un semilavorato industriale), realizzato a mano e totalmente Made in Italy.
Infine perché, sicuramente, nel vostro salotto ci starebbe una favola!!

Lo credo anche io, perciò un occhio al loro sito e un like alla pagina Dimastudio e

Buon anno

Francesca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *