Sotto i tuoi piedi PARTE 1: i migliori pavimenti per esterno.

Gli interni, si sa, sono sempre trattati con tutta la cura e l’attenzione possibile, ma a quanti di voi stanno a cuore le sorti degli spazi outdoor della vostra casa? In questo articolo vi propongo una selezione di tipologie possibili per rivestimenti di terrazzi, giardini, vialetti o bordo piscina.

Quando ci troviamo davanti alla scelta per decidere i rivestimenti per esterno occorre tenere in considerazione molti fattori importanti che non sono legati esclusivamente all’aspetto ma anche alle caratteristiche fisiche del materiale che lo rendono maggiormente performante rispetto ad altri.

pavimentazione
pavimento esterno stile patchwork

Innanzitutto si devono considerare le condizioni climatiche a cui esso è sottoposto e le temperature atmosferiche.

Successivamente si deve valutare la porosità dello stesso, infatti un pavimento troppo liscio risulterebbe pericoloso perchè scivoloso se bagnato, e all’esterno potrebbe capitare con frequenza.

Se il pavimento è adiacente a terra libera bisogna preferire materiali inattaccabili dalle muffe e se esso è carrabile una attenzione in più al fatto che debba sopportare grandi carichi.

Infine c’è l’estetica, non meno importante delle altre, l’immagine globale dell’esterno deve integrarsi bene con l’architettura e con l’ambiente che circonda l’abitazione.

  • GRES PORCELLANATO

Composto da una miscela di argille, sabbia, caolino, feldspati e materiali naturali cotti ad altissime temperature. Molto resistente sia alle basse o alte temperature e sia alla rottura e agenti chimici. Ha infinite finiture e formati.

Il gres è colorato in massa, quindi dello stesso colore in tutto lo spessore. Per la pulizia bisogna usare acqua tiepida e detergente neutro e nel caso di macchie difficili ammoniaca o detergente specifico.

gres
Gres porcellanato della ditta Iperceramica
  • PIETRE NATURALI

Le pietre naturali per gli esterni sono utilizzati fin dall’antichità, molto duraturi (ma non sempre belli)sono senza dubbio materiali di altissimo pregio.

Naturalmente non tutte le pietre naturali sono adatte agli esterni, i più utilizzati sono il porfido, il granito, la quarzite, il travertino e l’arenaria. Oggi più utilizzate sono le pietre sintetiche che vanno ad ovviare al problema dell’assorbimento degli oli, quindi più adatte se posizionate accanto alle cucine o nelle autorimesse. Per la pulizia si consiglia l’uso dell’idropulitrice e prodotti specifici.

pietre
Una villa privata rivestita con pietre con prodotti Margraf.

Restate connessi per altre tipologie di materiali da rivestimento outdoot.

Intanto visionate i prodotti MARGRAF e IPERCERAMICA dai cui siti ho riproposto le foto di questo articolo.

II PARTE DELL’APPROFONDIMENTO CLICCA QUI

Like alla nostra pagina FB

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *