Le alternative al mutuo: AFFITTO CON RISCATTO

Il mutuo è sicuramente lo strumento finanziario più comune per acquistare casa e oggi grazie ai tassi di interesse molto bassi è anche molto appetibile, ma non tutti i compratori, purtroppo, possiedono i requisiti minimi richiesti dalle banche che sono molto esigenti e spesso richiedono un importante capitale che per chi deve acquistare la prima casa è un impedimento non trascurabile oltre che a posizioni lavorative stabili.

Nella mia vita professionale è capitato di incontrare clienti, iniziare un percorso di arredamento e poi doverci interrompere per una mancata accettazione del mutuo. Ci sono diversi modi di acquistare una casa in alternativa al mutuo: l’Affitto con riscatto, Il leasing abitativo e la vendita con riserva di proprietà.

mutuo
soluzioni finanziare per acquistare una casa

Oggi vi parlo dell’ AFFITTO CON RISCATTO, un contratto introdotto nel 2014 col decreto “Sblocca Italia”.

Se non si possiede una liquidità iniziale, questo tipo di contratto prevede una fase iniziale di affitto mensile che, da una parte consente di entrare subito in casa e dall’altra alla fine della prima fase verrà considerata anticipo sul prezzo finale di vendita che verrà concordato fin da subito “bloccando” il prezzo.

L’affitto con riscatto può avere una durata massima di 10 anni, terminati i quali l’acquirente può anche attivare un mutuo per saldare l’importo nel caso in cui decida di acquistarla. Fino a quel momento la proprietà effettiva resta di chi affitta e a carico suo anche le spese di manutenzione straordinaria. A carico dell’affittuario invece le spese di manutenzione ordinaria (a meno che non riusciate a ottenere accordi diversi) e i costi per la trascrizione dell’atto di compravendita.

Se, infine, l’affittuario decide di non acquistare l’immobile il proprietario rende quelle parti del canone che erano considerate anticipo per la casa.

Per sapere quale formula è più adatta a voi affidatevi sempre a consulenti capaci che possano indirizzarvi nel migliore dei modi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *