Cosa c’è dietro ad una campagna pubblicitaria?

Vi mostro un interessante video del backstage della nuova campagna pubblicitaria di Flexform in cui il protagonista è il divano Adda. Agli occhi di un osservatore vediamo ritratto un arredo, dietro invece c’è un mondo di attenzione, di significati e di grande lavoro di molti.
flexform
Campagna pubblicitaria Flexform “Home at Last”

A quanti di noi capita di sfogliare una rivista, magari distrattamente, vedere delle immagini che a volte catturano la nostra attenzione altre no.

Se l’agenzia pubblicitaria riesce a farci fermare ad osservare con solerzia i particolari ha fatto sicuramente bingo.

Perché solo allora inizi ad entrare in quello spazio, ad immedesimarti, a pensare a quanto fosse bello se il protagonista dello spazio, il divano, fosse in casa tua. Ancora meglio, se fosse proprio quella ritratta casa tua.

La maggior parte delle persone non ha nemmeno in mente la quantità di professionisti che per ottenere quella immagine ha lavorato, a quanto ogni dettaglio sia studiato e mai lasciato a caso.

Vi porto l’esempio concreto della campagna 2017 di Flexform “Home at last“, pubblicità del divano Adda.

Ricrea una situazione tranquilla, rilassante, in una location immersa nel verde, luminosa, probabilmente è una domenica mattina oppure la coppia è in vacanza.

Non è dato saperlo, ciò che è evidente è che sono rilassati, complici e che sono circondati da cose belle. Cose belle come il divano fotografato, che guarda caso è grande e ben visibile e terribilmente invogliante a sdraiartici sopra.

Guardate il video, tra l’altro godibile e fatto molto bene.

Cosa ne pensate? scommetto che d’ora in avanti guarderete con altri occhi le pubblicità dei prodotti d’arredo e non solo.

Se volete  conoscere meglio il divano ADDA ecco un link al sito Flexform

Se invece volete restare sempre aggiornati sul mondo del design e dell’arredo mettete Like alla nostra pagina FACEBOOK

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *