5 soluzioni per ricoprire il tuo divano: qual’è la più adatta a te?

Hai un divano e vedi che il tessuto inizia a diventare brutto e a perdere il colore? oppure è nuovo ma vuoi rallentarne l’invecchiamento? Scopri in questo articolo 5 modi per rivestirlo con stile.

A molti sarà capitato di osservare il divano di casa e vederlo rovinato, oppure temere che possa accadere.

A volte, più semplicemente, si sporca facilmente e si cerca un modo per lavarlo con pochi gesti piuttosto che doverlo sfoderare completamente.

In questo articolo ecco 5 modi per farlo, selezionati in base al tipo di divano e all’aspetto che si cerca di creare.

  • COPRI-DIVANO ELASTICO

In caso di divano lineare è la soluzione più comune: un tessuto di maglina elastica viene teso ricoprendolo completamente.

Il divano si mostrerà nella sua forma originale senza però valorizzarne i dettagli come la forma del bracciolo o dei cuscini.

Ha come pro quello di essere molto pratico da infilare e da lavare in lavatrice.

Non va stirato ed è economico, non è adatto in caso di divano angolare.

elastico
Esempio di copri-divano elastico.
  • COPRI-DIVANO MORBIDO

Un tessuto più rigido rispetto alla maglina (spesso cotone) ricopre il divano facendone percepire la forma, ma non modellandola completamente.

Sicuramente più valorizzati i braccioli sono spesso sottolineati da fiocchi o fascette che tengono teso il tessuto che ha comunque morbidezza.

Questo copri-divano spesso viene fatto su misura da un tappezziere perché presenta delle cuciture che cambiano in base alla forma e alla misura del divano stesso.

fiocchi
Copri-divano morbido con fiocchi
  • COPRI-DIVANO CON TELI TESI

Anche questa soluzione necessita di un rilievo misure perché il telo, spesso fatto con tessuto di arredamento, ha le dimensioni delle sedute interne al netto dei braccioli.

Questi ultimi hanno una copertura dedicata, composta da un telo teso in cui spesso si cuciono delle sacche portariviste.

Questa soluzione è bella perchè consente di notare la forma del divano ma ci sono parti del divano stesso a vista e questo fa sì che si sporchino comunque oltre ad avere un effetto bicolore.

E’ adatta anche per divani con chaise longue ed è molto pratico il lavaggio.

tesi
Copri-divano a teli tesi

 

penisola
copri-divano a teli tesi per penisola.
  • PLAID

Adatta a tutti i divani e pratica da lavare, questa è la soluzione più mobile di tutte e consiste nel posizionare un tessuto o un plaid direttamente sui cuscini di seduta o schienale solo quando ci si accomoda.

Poco costosa e versatile consente di cambiare spesso colori o fantasie.

plaid
Plaid che si posizionano all’occorrenza
  • RIVESTIMENTO AGGIUNTIVO

Al momento dell’acquisto (o anche dopo in molti casi) si può decidere di avere un doppio rivestimento avendone uno di ricambio.

Questa è la soluzione che più rispetta, ovviamente, la forma del divano ma è anche la più costosa oltre che la meno pratica a causa della difficoltà di gestione.

Per avere un rivestimento aggiuntivo si spende indicativamente quanto la metà del divano stesso.

 

Like alla nostra pagina FACEBOOK per avere altre notizie dal mondo del design e dell’arredo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *